Pagine Esteri

Pagine Esteri Newsletter
ogni settimana notizie su Africa, Medioriente, Mediterraneo, Mondo

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Edward Said ha letto nella Storia il futuro della Palestina

Lo scrittore palestinese aveva tratteggiato con estrema lucidità quella che sarebbe stata la Palestina trasformata dagli accordi di Oslo e dal processo di pace. I suoi scritti sono essenziali per comprendere ciò che ancora avviene oggi.

Edward Said ha letto nella Storia il futuro della Palestina

Edward Said ha letto nella Storia il futuro della Palestina

di Eliana Riva Pagine Esteri, 26 luglio 2021 - “L’unica decisione che sarà necessario prendere per quanto riguarda la conoscenza della Storia è se dovremo insegnarla dall’indietro in avanti o da avanti all’indietro” (Tertuliano Màximo Afonso). Si potrebbe cominciare raccontando del caprone e dell’acro di Weizmann oppure dell’ultima escalation militare, quella dello scorso maggio, tra Israele e Hamas; si potrebbe partire da Sheikh Jarrah o dall’occupazione israeliana del 1967. È complicato individuare un altro storico, scrittore, intellettuale che sia tanto legato al suo tempo e al suo luogo pur riuscendo ad attraversarli, superarli e ritornarvi. Nel 1996 Edward Said scriveva, in uno dei suoi interventi meno pessimisti sul futuro, che “La scommessa stava nel trovare un modo pacifico di coesistere non come ebrei, musulmani e cristiani ma come cittadini a pari diritto in una stessa terra”. All’inizio di luglio la Corte Suprema israeliana ha decretato la legittimità della cosiddetta...

leggi tutto

IN EVIDENZA

In Evidenza

LE LETTURE

DI PAGINE ESTERI