Pagine Esteri

“Farha”, la Nakba palestinese in un film e Israele boicotta Netflix

“Farha”, la Nakba palestinese in un film e Israele boicotta Netflix

di Michele Giorgio* -  Pagine Esteri, 6 dicembre 2022 - La campagna contro «Farha» è cominciata ben prima del rilascio del film su Netflix. Gli israeliani, dai ministri fino ai cittadini comuni, o meglio la maggior parte di essi, sono furiosi contro la piattaforma statunitense perché ha reso disponibile al pubblico mondiale un film che attraverso gli occhi di una ragazzina, racconta di una strage avvenuta nel 1948, durante le fasi che portarono alla nascita dello Stato di Israele, di una intera famiglia palestinese, inclusi bambini, da parte di uomini di una milizia ebraica. «È pazzesco che Netflix abbia deciso di trasmettere in streaming un film il cui unico scopo è di incitare contro i soldati israeliani», ha tuonato il ministro delle finanze uscente Avigdor Liberman. Analogo il giudizio del suo collega alla cultura, Hili Tropper: «quel film si fonda su di un mucchio di bugie». Dopo l’inserimento di «Farha» su Netflix, si è anche registrato in Israele un calo degli abbonamenti alla...

leggi tutto

IN EVIDENZA

In Evidenza

PODCAST. SUDAN: Militari golpisti cercano accordo con opposizione ma nelle strade la protesta non cessa

PODCAST. SUDAN: Militari golpisti cercano accordo con opposizione ma nelle strade la protesta non cessa

I generali al potere hanno stretto un accordo preliminare con le Forze della libertà e del cambiamento, il più grande gruppo dell’opposizione, per la creazione di un governo di transizione. La popolazione contesta l’intesa che potrebbe offrire ai militari l’immunità per le uccisioni di dimostranti dopo il golpe del 2021. Intervista a Lorenzo Scategni, volontario italiano a Khartoum

Podcast

Scrivici a redazione@pagineesteri.it

Pubblicità

La nostra comunity operativa per promuovere e sviluppare relazioni.

  • Associazione Pixel APS
  • VolWer - Social Web Radio Tv