Pagine Esteri, 1 settembre 2021 – Si parla poco o nulla in questi giorni della partecipazione italiana all’occupazione ventennale del paese centroasiatico. Eppure l’Italia ha perso in Afghanistan decine di militari e centinaia sono rimasti feriti. Perdite umane alle quali si aggiungono le ingenti risorse finanziarie investite nella missione. Centrodestra e centrosinistra uniti per venti anni nel sostegno all’occupazione ora tacciono sul nostro fallimento. Intervista ad Antonio Mazzeo, esperto di questioni militari per Pagine Esteri.

 



 

*Antonio Mazzeo è un giornalista ecopacifista e antimilitarista che scrive della militarizzazione del territorio e della tutela dei diritti umani. Con Antonello Mangano, ha pubblicato nel 2006, Il mostro sullo Stretto. Sette ottimi motivi per non costruire il Ponte (Edizioni Punto L, Ragusa). Del 2010 è il suo I Padrini del Ponte. Affari di mafia sullo stretto di Messina (Edizioni Alegre).

 

 

 

Pagine Esteri Newsletter

Ogni settimana notizie su Africa, Medioriente, Mediterraneo, Mondo
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.