Categoria: Podcast

PODCAST. Il Libano al voto tra tante incertezze e poche speranze di cambiamento

Il 15 maggio nel Paese dei cedri, attraversato da una crisi economica e finanziaria senza precedenti, si apriranno le urne per il rinnovo del Parlamento. Di fronte ci sono ancora una volta lo schieramento “8 Marzo”, guidato dal movimento sciita Hezbollah e quello “14 Marzo”, in questa occasione capeggiato dal leader di destra Samir Geagea dopo il passo indietro fatto dall’ex premier sunnita Saad Hariri. Ne abbiamo parlato con Pasquale Porciello, giornalista a Beirut.

Leggi di più

PODCAST. Russia-Ucraina. Alberto Negri: “Il cessate il fuoco non è vicino, Putin non ha ancora raggiunto i suoi obiettivi”

“ll Cremlino – spiega l’analista – ha già dovuto ridimensionare le sue pretese e ora punta a collegare la Crimea al porto di Mariupol”. Le forniture del gas, aggiunge Negri, sono un problema molto serio che gli italiani potrebbero pagare il prossimo autunno anche con razionamenti

Leggi di più

PODCAST. UCRAINA. Antonio Mazzeo: “Si privilegia il militarismo e non la diplomazia. Italia in prima fila”.

Non solo Joe Biden e la Nato invocano il pugno di ferro – spiega Mazzeo, esperto di armamenti e di geopolitica -, ci sono settori anche in Italia, politici e militari, che invece di lavorare per ridurre le tensioni e arrivare al più presto al cessate il fuoco tra russi e ucraini, spingono per il rafforzamento del dispositivo italiano in Est Europa e in altre aree nel quadro di una deterrenza anti-russa a 360 gradi. Il rischio di escalation è molto alto

Leggi di più

PODCAST. Alberto Negri: “Se Putin non si ferma sarà un salto nel buio”

Sbagliato addossare ogni responsabilità a Mosca – dice l’analista -, Usa ed Europa non hanno voluto riconoscere che la Russia è tornata ad essere già da qualche anno una superpotenza”. Ucraina idealizzata ma è anche una nazione di oligarchi e di movimenti di estrema destra che non ha mai fatto i conti con il suo passato di alleata dei nazisti.

Leggi di più
Caricamento in corso