Categoria: Mondo

STATI UNITI. Leader delle democrazie occidentali e maestri delle torture

Dopo le guerre chirurgiche e le guerre umanitarie da esportare, la “più grande democrazia del mondo” s’affida alle torture più evolute eredi di quelle attuate nelle vecchie carceri di massima sicurezza statunitensi degli anni Ottanta e Novanta, quando i metodi usati allora erano chiamati “manganelli psichici”, vale a dire quei metodi violenti e dolorosi che non lasciano segni evidenti sul corpo ma che fanno a pezzi la psiche del torturato.

Leggi di più

NUCLEARE. Bombardieri strategici USA in Africa e nel Mediterraneo “allargato”

I B-52H “Stratofortress” sono una micidiale arma di distruzione di massa: possono trasportare e lanciare sino a 31.500 kg di bombe ed essere armati anche con i missili da crociera aria-superficie AGM-86 ALCM abilitati al trasporto di testate nucleari. Tra gli obiettivi: il consolidamento russo nel cosiddetto Mediterraneo allargato.

Leggi di più

LIBIA. Msf: triplicate le persone nei centri di detenzione dopo giorni di arresti di massa

Tutte le persone trattenute sono state portate in centri di detenzione governativi e rinchiuse in celle insalubri e gravemente sovraffollate, con poca acqua pulita, cibo o accesso ai servizi igienici. Dopo la violenza subita durante gli arresti, è probabile che in molti abbiano bisogno di cure mediche urgenti, denuncia MSF.

Leggi di più

MIGRANTI: Per l’Italia è una costosa “priorità strategica” espellere poche decine di georgiani “irregolari”

Per soddisfare le politiche di destra del governo Draghi, il contribuente italiano ha pagato più di 6.200 euro per ogni migrante georgiano, a cui si aggiungono i costi per il loro transfert dai centri di reclusione a Fiumicino e le spese di missione internazionale di non meno di 180 agenti di polizia incaricati dei servizi di scorta e accompagnamento. L’Italia finge di non sapere delle violazioni dei diritti umani in Georgia e intensifica le deportazioni di migranti e la loro consegna in mano al regime di Tbilisi.

Leggi di più

ITALIA-ISRAELE. La cooperazione aerospaziale rafforza l’alleanza politica, economica e militare tra i due paesi

Dal 2009 l’Agenzia Spaziale Italiana è partner dell’Israel Space Agency (ISA) nello sviluppo e implementazione di programmi comuni nel settore dell’osservazione terrestre dallo spazio. Nonostante l’enfasi sugli aspetti scientifici della collaborazione sui satelliti, saranno le forze armate e le centrali d’intelligence ad avvantaggiarsene.

Leggi di più
Caricamento in corso