della redazione

Pagine Esteri, 16 settembre 2021 – Due settimane dopo, l’evasione di sei prigionieri politici dal carcere di massima sicurezza di Gilboa continua a suscitare emozioni, suggestioni e la creatività dei palestinesi in Cisgiordania, Gaza e Gerusalemme. Sentimenti non scalfiti neppure dalla cattura di quattro dei fuggitivi. Se per Israele quei prigionieri sono dei “pericolosi terroristi” condannati per fatti di sangue, per i palestinesi sono ogni giorno di più degli “eroi” che con astuzia e coraggio sono riusciti ad approfittare dei punti deboli della sorveglianza nella prigione di Golbia e a mettere in imbarazzo Israele e i suoi efficienti sistemi di sicurezza e controllo.

Da giorni vignette, poesie, articoli di giornali, post in rete esaltano il “gesto eroico” dei sei prigionieri e le prime dichiarazioni fatte agli avvocati ieri dai quattro riarrestati da Israele e le denunce di abusi, pestaggi e torture che riferiscono di aver subito dopo la cattura, hanno alimentato ulteriormente l’onda di emozione che attraversa i Territori occupati. E a Gaza hanno prodotto e diffuso sui social un film di circa cinque minuti che racconta, con la partecipazione di attori e una colonna sonora ad effetto, l’evasione da Gilboa. Un video che Pagine Esteri propone alla vostra visione. Pagine Esteri

GUARDA IL VIDEO:

 

 

Pagine Esteri Newsletter ✉️

Ogni settimana approfondimenti su Africa, Medioriente, Mediterraneo, Mondo

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

close

Pagine Esteri Newsletter ✉️

Ogni settimana gli approfondimenti su Africa, Medioriente, Mediterraneo, Mondo

Iscrivendoti accetti che i dati saranno utilizzati da Spring Edizioni nel rispetto dei principi di protezione della privacy stabiliti dal decreto Legislativo n. 196 del 30 giugno 2003 e dalle altre norme vigenti in materia. Accetti di ricevere questa newsletter e sai che puoi annullare facilmente l'iscrizione in qualsiasi momento.