di Michele Giorgio – 

Pagine Esteri, 18 marzo 2022 – Cacciabombardieri, aerei-spia, pattugliatori marittimi e i voli cargo con armi, munizioni ed equipaggiamento per le forze armate di Kiev. Sono questi i velivoli dell’Aeronautica Militare italiana impiegati nelle tre prime settimane di guerra in Ucraina. Il coinvolgimento militare italiano nel quadro della cosiddetta “deterrenza anti-russa” cresce di giorno in giorno mentre l’impegno dovrebbe essere puntato totalmente sulla diplomazia e la fine della guerra tra Russia e Ucraina, spiega Antonio Mazzeo esperto di armamenti e di geopolitica e collaboratore di Pagine Esteri.



 

 

Pagine Esteri Newsletter

Ogni settimana notizie su Africa, Medioriente, Mediterraneo, Mondo
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.